La Voce del Buon Pastore – Aprile

Cari Parrocchiani,
Gesù è risorto, c’è speranza per ognuno di noi, non siamo più sotto il dominio del peccato, del male!
Sempre vince la misericordia di Dio. Ma che cosa significa che Gesù è risorto?
Significa che l’amore di Dio è più forte del male e della stessa morte;
significa che l’amore di Dio può trasformare la nostra vita, può far fiorire quelle zone di deserto
che ci sono nel nostro cuore. L’invito è a diventare strumenti della misericordia di Dio, diventare canali attraverso i quali Dio possa irrigare la terra, custodire tutto il creato e far fiorire la giustizia e la pace. Ecco la sintesi che possiamo dare per quanto intende lo stesso Papa Francesco riguardo all’Anno Santo straordinario dedicato alla misericordia.

Avrà inizio l’8 dicembre prossimo, a 50 anni dalla fine del Concilio Vaticano II, con l’apertura della Porta Santa in San Pietro, e si concluderà il 20 novembre 2016. La bolla  di indizione sarà pubblica il 12 aprile 2015, domenica della Divina Misericordia. Così il Papa invoca il perdono per tutti e la possibilità anche per i più lontani di ritornare a Dio con tutto il cuore! Inoltre nella Pasqua del Signore il tema della pace è centrale!
Sappiamo come tutto il mondo, ancora così diviso dall’avidità di chi cerca facili guadagni, ferito dall’egoismo che minaccia la vita umana e la famiglia, è sempre più bisognoso di pace. Pace in questo mondo, dilaniato dalla violenza legata anche a motivazioni religiose (purtroppo!), dallo sfruttamento dei più poveri ed indifesi e dallo sfruttamento iniquo delle risorse naturali.
Che il Signore Risorto dia a tutti noi la forza di contrastare sempre il male con il bene!
Auguri fraterni di una Lieta Pasqua di Risurrezione da parte mia e dai sacerdoti confratelli!
Don Dino Mulassano – parroco

Bollettino Aprile 2015