Si apra su tutti un cielo di speranza. Buon Natale e Buon Anno

Presepio 1Cari fratelli e sorelle,

questo umile foglio vi accompagna con gli appuntamenti fino alla Solennità dell’Epifania, che riporto in questa stessa pagina. Ma sento in questo primo Natale che celebro e vivo in mezzo a voi, l’urgenza di condividere con tutti e tutte voi – bambini e bambine, ragazzi e ragazze, giovani, donne e uomini maturi, madri e padri, donne e uomini carichi di anni e di esperienze – un augurio che non sia di circostanza ma raggiunga ogni casa, ogni famiglia, ogni persona. Un augurio che vi rivolgo anche a nome dei miei confratelli, don Nelson, don Vito e don Nunzio (ricordateci nelle vostre preghiere).

Nei lineamenti del Bambino deposto nella mangiatoia di Betlemme intravediamo quelli del Crocifisso con le braccia spalancate in un abbraccio d’amore, e vi scorgiamo il profilo glorioso del Risorto. Sopra quella grotta di Betlemme si apra un cielo di speranza, e anche quando il sole si riposa e il sentiero si confonde ci sia sempre una stella che illumini le vostre e le nostre strade. Sia nostro il grido di padre David Maria Turoldo: «Dio, fa’ che la notte finisca, / che non sia più Notte!». E nasca sulle nostre labbra la preghiera del beato Paolo VI: «Tu ci sei necessario, o Cristo, o Signore, o Dio con noi, per imparare l’amore vero e per camminare nella gioia e nella forza della tua carità la nostra via faticosa, fino all’incontro finale con te amato, con te atteso, con te benedetto nei secoli». Buon Natale e Buon Anno.Foglio parrocchiale 20/12/2015-7/1/2016