IL TEMPO DI PASQUA

divina misericordia

IL TEMPO DI PASQUA

I cinquanta giorni che si succedono dalla Domenica di Risurrezione alla Domenica di Pentecoste, si celebrano nell’esultanza e nella gioia come UN SOLO GIORNO di festa, anzi come “LA GRANDE DOMENICA”. Le Domeniche di questo tempo non sono “dopo” Pasqua ma “DI” Pasqua.

I primi otto giorni del Tempo di Pasqua costituiscono l’ottava di Pasqua: otto giorni durante i quali si celebra la medesima festa della Risurrezione. Durante l’ottava di Pasqua le celebrazioni eucaristiche si concludono con un doppio “ALLELUIA”.

Indole mariana del Tempo di Pasqua

Nella “grande domenica”, cioè nello spazio dei cinquanta giorni in cui la Chiesa con grande gioia celebra il sacramento pasquale, la liturgia romana ricorda anche la Madre di Cristo, che esulta per la risurrezione del Figlio e che insieme agli Apostoli persevera in preghiera ed attende con piena fiducia il dono dello Spirito Santo (cfr.At 1,14).   In questa luce la Chiesa, quando nel compimento della sua missione materna celebra i sacramenti pasquali, contempla nella beata Vergine Maria il modello della sua maternità e riconosce nella Madre di Cristo l’esempio e l’aiuto per la missione evangelizzatrice che Cristo, risorto dai morti, le ha affidato (cfr. Mt 28,19-20).

Durante l’ottava di Pasqua, il Santo Rosario si recita contemplando i Misteri GLORIOSI.