Due importanti domeniche a Novembre

Cari fratelli e sorelle,

il mese di novembre, appena cominciato, è¨ segnato dalla Solennità  di Tutti i Santi e dalla Commemorazione dei fedeli defunti. Ma, nel corso di questo mese, ci sono altre giornate significative che siamo invitati a celebrare con la Chiesa di Roma e con la Chiesa universale. Domenica 12 novembre, celebriamo con tutta la Chiesa di Roma, la giornata di Avvenire e dei media cattolici. Una opportunità  preziosa per una riflessione sul ruolo della comunicazione e promuovere la diffusione dei mezzi di comunicazione di massa, chiamati a comunicare speranza e fiducia, raccontando i fatti del mondo e la storia degli uomini e delle donne nell’ottica del Vangelo. Per l’occasione sarà  abbinata a ogni copia di Avvenire una pubblicazione, dal titolo Non lasciamoli soli! Accompagnare i genitori nell’educazione dei figli adolescenti, che contiene il discorso che Papa Francesco ha rivolto alla Chiesa di Roma in apertura del Convegno diocesano e le conclusioni proposte dal Vicario di Roma, monsignor Angelo De Donatis, con il testo della Preghiera dei genitori e degli educatori per i figli. Ne raccomando la lettura e la diffusione alle famiglie e a quanti sono impegnati nel processo educativo dei ragazzi e dei giovani. Un’altra giornata particolare la vivremo con tutta la Chiesa universale, domenica 19 novembre:  la prima Giornata mondiale dei poveri, istituita da Papa Francesco come segno del Giubileo della Misericordia. ed ha per tema: Non amiamo a parole ma con i fatti. Il Santo Padre ci invita a vivere questa occasione per «creare tanti momenti di incontro e di amicizia, di solidarietà  e di aiuto concreto». Una chiamata quindi a conoscere e incontrare i poveri nella nostra parrocchia perchè la povertà «ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro». Siamo quindi sollecitati a non restare inerti e rassegnati, ma a «rispondere con una nuova visione della vita e della società». Non voglio però concludere queste righe senza almeno accennarvi alla Domenica della Parola, che celebreremo come parrocchia il 26 novembre, Solennità  di Cristo Re dell’Universo. Intendiamo così¬ rispondere all’invito di Papa Francesco, che nella lettera apostolica Misericordia et misera, a conclusione dell’Anno Santo della misericordia, si è¨ augurato che ogni comunità, in una domenica dell’Anno liturgico, possa dedicarla interamente alla Parola di Dio, «per comprendere l’inesauribile ricchezza che proviene da quel dialogo costante di Dio con il suo popolo». Ne riparleremo prossimamente, così¬ da poterci preparare a celebrare la Domenica della Parola. Affido tutti e ciascuno a Gesù¹ Buon Pastore. Ricordateci nelle vostre preghiere.

Don Vincenzo Marras

2017_11_05 Avvisi