Come nasce la Caritas parrocchiale

Il convegno che si tenne a Roma dal 13 al 15  febbraio   1974 aveva come titolo “ Responsabilità dei cristiani di fronte alle attese di carità e giustizia nella Diocesi di Roma”

L’idea di fare un convegno sui “mali di Roma” fu lanciata dal cardinale Ugo Poletti nell’ottobre del 1973. Uno degli animatori principali fu don Luigi Di Liegro.

Al convegno si iscrissero 5000 partecipanti.

Dai risultati di questo convegno nacque la Caritas Diocesana che diede vita a nuove forme di carità che si realizzavano all’interno della stessa parrocchia per rendere le parrocchie stesse comunità di carità.

Nel 1979 nasceva la Caritas Diocesana di Roma.

In Vicariato iniziarono i corsi di preparazione per avviare le Caritas parrocchiali.

Alcuni parrocchiani, su richiesta del parroco, parteciparono al primo corso nel 1981 e dopo, il 20 febbraio 1983, iniziava nella nostra parrocchia l’attività della Caritas.

Il compito primario della Caritas parrocchiale è di “sensibilizzare la comunità parrocchiale ai bisogni dei fratelli”.

Per conoscere i bisogni dei parrocchiani si serve del Centro di ascolto, aperto il lunedì, mercoledì, e il venerdì dalle ore 16.30 alle ore 18.30.

La Caritas parrocchiale organizza la raccolta del sangue due volte l’anno.

Il gruppo di intrattenimento e ascolto della Parola “Cornetto e Cappuccino” si riunisce il giovedì dalle ore 10.30 alle ore 12.00.

Il gruppo di lavoro “Arcobaleno” si riunisce il martedì alle ore 16.30.

La Caritas parrocchiale collabora al servizio mensa del Colle Oppio, realizza visite domiciliari agli anziani e organizza il recupero scolastico